Clandestini bengalesi e marocchini si odiano: maxirissa con cinghie e bastoni nel centro profughi




ALGHERO – Maxirissa nel centro d’accoglienza, marocchini e bengalesi non vanno troppo d’accordo e si prendono a bastonate, cinghiate e forchettate. Ovviamente le spese sanitarie saranno pagate dai contribuenti italiani.

Cinghiate, colpi di bastone e forchette usate come armi. Così  si sono affrontati una decine di extracomunitari ospiti del centro di accoglienza Vel Marì di
Fertilia, in comune di Alghero (Sassari).I protagonisti della rissa sono bengalesi e marocchini che sembra si fossero già affrontati nei giorni scorsi, senza però arrivare a gravi conseguenze.

Maxi rissa tra marocchini e bengalesi

Stando a quanto già accertato dai carabinieri  due delle persone coinvolte si erano già affrontate la sera prima, anche se non è la prima volta che si registrano frizioni tra marocchini e bengalesi all’interno del centro che resta una “polveriera»”. I due si sono scontrati di nuovo, spalleggiati dai rispettivi amici, fra cui sei minorenni. Della vicenda si sta occupando la Procura dei Minori di Sassari che ha disposto accertamenti sanitari per i quattro giovani che hanno avuto la peggio durante la rissa a colpi di cinghiate, bastoni e forchette.  A riportare l’ordine all’interno del centro di accoglienza, sono stati sin da subito i mediatori che lavorano all’interno della struttura insieme all’aiuto dei carabinieri. Del caso si sta occupando la Procura dei Minori di Sassari e sono ancora in corso gli accertamenti sanitari, per quattro dei giovani che hanno riportato ferite dovute da colpi di bastoni, forchette e cinghiate.





Con fonte Il Secolo D’Italia

Shares


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


6 + 5 =