Lione, interi quartieri nelle mani degli islamici grazie alla sinistra: boom di stupri e molestie



loading...




FRANCIA – grazie alla sinistra Lione è diventata un califfato islamico, interi quartieri nelle mani dei potenziali terroristi e estremisti islamici e vige la sharia. Le donne francesi considerate puttane dagli islamici perché non hanno il burqa, sono costrette ad andarsene per le continue molestie e spesso anche stupri. La sinistra italiana vuole fare lo stesso nei quartieri delle nostre città.

Tira davvero una brutta aria a Lione. In questa grande città francese, infatti, la presenza musulmana è ormai diventata numericamente gigantesca, tant’è che interi quartieri sono già oggi a maggioranza islamica. E ciò non rappresenta affatto una bella notizia. A farne in gran parte le spese di questa situazione sono le donne, qualunque donna: per i giovani musulmani una ragazza che si veste alla occidentale, che si trucca o che semplicemente mostra il suo volto è sostanzialmente una “puttana” e in quanto tale va trattata per come merita.

Così non sono purtroppo rari i casi di molestie e di stupri, come quello accaduto a Samira Bellil, una ragazza francese che nel 2002 ha raccontato in un libro la sua terribile esperienza in un sobborgo di Lione, in cui gli islamici la facevano da padroni. E parliamo di quasi vent’anni fa: oggi, invece, le cose sono decisamente peggiorate.

Così le strade e i locali della città vengono abbandonati dalle donne, ma nessun esponente della sinistra francese sembra indignarsi più di tanto per ciò che sta avvenendo: proprio la sinistra, che si è sempre battuta per i diritti delle donne, ora decide di chiudere gli occhi di fronte alla vergogna dell’islamizzazione di Lione e di altre città della Francia. Un’islamizzazione che spesso si traduce nell’umiliazione pura e semplice della donna in quanto essere inferiore…



Con fonte Il Populista



Shares






Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


7 + 3 =