Pagani: marocchino “depresso” assalta una chiesa, tenta di distruggere tutto e aggredisce il prete



loading...




SALERNO – Immigrato marocchino assalta una chiesa a Pagani, aggredisce sacerdote e sacrestano e prova a distruggere tutto. Non contento aggredisce pure i carabinieri e ferisce un militare. La risorsa già noto alle forze dell’ordine avrebbe problemi psichiatrici, il solito “depresso”.

Entra in chiesa e tenta di aggredire sacrestano e sacerdote. I carabinieri di Pagani hanno arrestato questa mattina un 26enne di nazionalità marocchina con l’accusa di resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali e danneggiamento. Intorno alle 7 di questa mattina, lo straniero si era diretto davanti alla porta della congrega della casa missionaria di piazza Sant’Alfonso. In stato confusionale, ha cominciato a prenderla a calci e pugni, riuscendo ad entrare. Una volta all’interno, è stato bloccato dal parroco e da un suo aiutante. Nelle sue intenzioni, c’era quello probabilmente di distruggere anche gli arredi interni. Nel frattempo, alcuni cittadini avevano segnalato la circostanza ai carabinieri, intervenuti sul posto in pochi minuti: anche uno dei militari è rimasto ferito in modo lieve poichè il 26enne non ha esitato a scagliarsi anche contro i carabinieri.

L’uomo comparirà questa mattina davanti al giudice monocratico del tribunale di Nocera Inferiore per il rito per direttissima. Lo straniero, con problemi psichiatrici, vanta già diversi precedenti specifici. Assuntore di sostanze stupefacenti, fu già segnalato diverse settimane fa per aver arrecato danni a vetrine di negozi e automobili in sosta. Secondo un’informativa dei carabinieri, non vi sarebbero motivi particolari, ma solo la frenesia e lo stato d’alterazione dovuto all’uso di sostanze stupefacenti.



Con fonte salernotoday.it



Shares






Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


2 + 4 =