Parigi, addio ai mercatini di Natale sugli Champs-Elysées: il sindaco non li autorizza


I mercatini di Natale sugli Champs-Elysées non saranno allestiti quest’anno. È dura la decisione del sindaco di Parigi che mette un punto ad un appuntamento tradizionale: la ville lumière, infatti, è una delle mete preferite dei turisti a cui piace andare in giro per l’Europa alla ricerca di addobbi e sbirciare nelle case di babbo Natale. La notizia del mancato Village de Noël, fino a questo momento, era rimasta una faccenda interna al Municipio parigino da quando, lo scorso luglio, il Consiglio aveva deciso di avallare la proposta sindaco Anne Hidalgo e non rinnovare la concessione ad artigiani e commercianti che, da anni, tirano su oltre 100 casette di legno su uno dei viali più famosi della capitale, dall’Arco di Trionfo a Place de la Concorde. Un duro colpo, quindi, non solo per curiosi e amanti del Natale ma anche per chi si trova dall’altro lato del bancone.

Il motivo del mancato rinnovo non è chiaro anche se la prima cosa che verrebbe in mente è la sicurezza: una mossa per evitare affollamenti e scongiurare nuovi attentati? Il “re delle fiere”, così è chiamato Marcel Campion, lo stesso che cura l’organizzazione del mercatino di Natale sui Campi Elisi, non è rimasto a guardare e lo scorso martedì ha provato ad installare una piccola parte della struttura ma, ovviamente, è stato fermato dalle forze dell’oridne: «Abbiamo un appuntamento con il capo della polizia – ha detto Campion, come riporta 20minutes – e gli proporremo di risolvere il problema. Se dovesse rifiutare, da lunedì ci saranno manifestazioni ogni giorno e Parigi sarà bloccata». Poi il “signore dei mercatini” ha accusato il sindaco di aver interrotto il contratto che il Municipio avrebbe stipulato per sei anni: «Non vogliamo una ricompensa – ha aggiunto -, vogliamo lavorare».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


2 + 4 =